Testimonianze

Maria Veronica Fersini

Salve, io sono Veronica una studentessa di 23 anni, che ha conseguito il diploma, presso l’Istituto Tecnico Economico “A. De Viti De Marco”, corso “Mercurio” nel 2013.
I miei sacrifici e la mia determinazione sono stati ripagati dall’ottima preparazione teorica, nonché dal raggiungimento di traguardi personali con brillanti risultati.
L’istituto mi ha offerto una grande opportunità di crescita professionale ma anche e soprattutto individuale, dovuta in parte ai miei compagni d’avventura (oggi miei colleghi), che considero un tassello fondamentale di questa esperienza.
Allo stesso tempo mi sento in dovere di ringraziare i docenti della “BM”, ai quali va tutta la mia stima, vero punto di forza e di riferimento, insegnanti pazienti ed appassionati, il collante di questa preziosa formazione .
Il mio percorso di studi è stato molto lineare ed oggi sono iscritta al secondo anno della Magistrale in Economia, Finanza ed Assicurazioni dell’Università del Salento.
L’offerta formativa della struttura scolastica si è perfezionata nel corso degli anni, adeguandosi alle esigenze del mercato del lavoro e sfruttando a pieno l’alto potenziale della scuola.
Ad oggi sono realmente soddisfatta di una scelta che forse avevo inizialmente sottovalutato, ma che mi ha permesso di costruire una solida base di conoscenze in più ambiti, da investire per il mio futuro.
Il mio consiglio è quello di farvi entusiasmare e coinvolgere dalla scelta che avete intrapreso, in bocca al lupo.

Studentessa
2013

Lucia De Matteis

Sono Lucia, ho 20 anni e sono una studentessa diplomatasi nel 2016 presso l’Istituto “A. De Viti De Marco”. Sin da piccola sognavo di intraprendere una carriera economica e con il trascorrere degli anni grazie alla caparbia e all’impegno questi miei sogni si son trasformati in realtà.
La scelta di quest’Istituto ha portato ad un miglioramento non solo del mio profilo formativo ma anche umano, grazie agli insegnamenti impartiti dai docenti e alle offerte formative innovative presentate nella scuola.
Ho frequentato l’indirizzo ‘Relazioni Internazionali per il Marketing’ per il quale ogni anno erano previsti oltre alle lezioni curriculari, corsi extracurriculari linguistici e informatici che han permesso di ampliare il mio bagaglio culturale con il conseguimento delle relative certificazioni e hanno rappresentato un incentivo al raggiungimento finale di ottimi risultati.
L’ITE mi ha dato inoltre la possibilità di partecipare a diversi progetti formativi come ‘Estudiar en Andalucia’, trascorrendo delle settimane all’insegna dello studio della lingua, della cultura spagnola e del divertimento; ed “Il treno della memoria” ha rappresentato un’esperienza unica, indimenticabile e che ha lasciato il segno nella vita di chiunque vi abbia partecipato.
E’ una scuola dalle mille risorse, bisogna saper cogliere e sfruttare le opportunità che vengono offerte.
Ora sono al secondo anno della mia carriera universitaria e, se sono giunta a questo livello, devo ringraziare in particolar modo i docenti che sono stati una seconda famiglia e sono riusciti a trasmettere con il loro insegnamento la passione che bisogna mettere in ogni cosa che si fa.
Ad oggi se dovessi ritornare indietro son sicura che rifarei le stesse scelte!

Studentessa presso l'Università Commerciale L. Bocconi - Facoltà di Economia e Finanza
2016

Lorenzo Solito

Mi chiamo Lorenzo e quest’anno mi toccherà affrontare la tanto attesa maturità.
Giunto al quarto anno, dopo varie esperienze vissute all’interno dell’istituto sia come studente che come rappresentante degli studenti in Consulta provinciale, ho avuto l’opportunità di vivere un’esperienza formativa entusiasmante: la partecipazione al progetto Work Experience.
Un’iniziativa che mi ha arricchito tantissimo culturalmente e umanamente, inoltre ho avuto la possibilità di conoscere per la prima volta realtà differenti rispetto alle nostre.
Conoscere tantissimi ragazzi provenienti da tutto il mondo e lavorare in un’azienda londinese è stata un’ ottima palestra formativa per migliorare il mio approccio con la lingua inglese.
Un’avventura condivisa con 14 compagni e 3 docenti, insieme ai quali ho visitato i luoghi e i monumenti più caratteristici non solo di Londra ma anche di altre città come Brighton e Oxford.
Non posso non ringraziare tutti coloro che si sono impegnati per la riuscita e la realizzazione del progetto .
Consiglio vivamente a tutti di partecipare a simili iniziative, perché ti permettono di vivere un’esperienza indimenticabile da inserire nel proprio bagaglio di vita.

Studente
-

Anna Cosima Luca

Mi chiamo Anna e sono una studentessa al quinto anno presso l’Istituto A. De Viti De Marco. Sono contenta della scelta che ho fatto 4 anni fa e sono soddisfatta della formazione ricevuta fino ad ora. Ho scelto questa scuola perché penso che questo Istituto, come gli altri Istituti Tecnici, dia una formazione differente a noi ragazzi: ci prepara ad entrare nel mondo del lavoro, studiando materie economiche e giuridiche. I docenti svolgono al meglio il loro ruolo e nonostante tutti noi abbiamo avuto o meno un rapporto formalmente conflittuale con ognuno di loro, vi posso assicurare che in fondo sono loro i nostri migliori compagni di viaggio! Sono coloro che, giorno per giorno, ci vedono crescere e ci accompagnano verso la maturità, quelli che ci spingono a dare di più, a dare il nostro meglio. Grazie a questa scuola ho avuto l’opportunità di trascorrere un mese a Londra con il progetto Work Experience: è stata una delle esperienze più significative della mia vita e, per questo, ringrazio la preside per aver contribuito al progetto ma anche i professori che si sono spesi così tanto affinché noi studenti avessimo la possibilità di poter trascorrere giorni felici senza incontrare problemi e di scoprire nuove realtà. Qui a Londra, ho potuto frequentare aziende inglesi e visitare i posti più caratteristici di questo paese insieme ad altri 14 ragazzi della mia stessa scuola. Questa esperienza mi ha fatto crescere sia personalmente sia culturalmente… mi ha fatto diventare più autonoma e più sicura di me stessa essendo stata un mese in una città completamente diversa dalla mia. Come tutte le esperienze ci sono stati incomprensioni e momenti difficili che, rimanendo in gruppo abbiamo sempre superato e momenti felici e indimenticabili che insieme abbiamo vissuto. Consiglio a tutti i ragazzi di partecipare a esperienze del genere perché segnano davvero un percorso importante nel corso della vita. Per il mio futuro, mi auguro di poter continuare a specializzarmi seguendo questo tipo di indirizzo e sono certa che grazie alle esperienze e alle conoscenze che mi ha fornito l’ITE “A. De Viti De Marco” posso realizzare il mio sogno.

Studentessa
-

Alessandro Barone

Sono Alessandro Barone, un neodiplomato (luglio 2017) presso l’Istituto Tecnico Economico A.De Viti De Marco di Casarano. Terminato il percorso nella scuola media ho orientato le mie scelte verso questo istituto, anche grazie all’esperienza positiva di studenti precedentemente diplomati, ma soprattutto perché ero interessato a materie tecnico-scientifiche. Questa scuola mi è piaciuto perché ha puntato sulle applicazioni pratiche della teoria che ho studiato facendomi acquisire capacità nel settore delle attività aziendali, grazie anche alla professionalità dei docenti. È una scuola organizzata che propone progetti nel corso di ogni anno scolastico. Positivo il rapporto dei professori con gli alunni sempre attenti a comprendere e a risolvere ogni situazione problematiche. Importante e fondamentale è anche l’opportunità che l’istituto da agli alunni di confrontarsi con il mondo del lavoro grazie a progetti di alternanza scuola-lavoro. Sono rimasto molto soddisfatto della mia scelta e del risultato raggiunto e per questo lo consiglio vivamente a coloro che vogliono intraprendere un percorso di studio impegnativo, ma soddisfacente

Lavoratore
2017

Maya Seclí

Sono Maya Seclí, neodiplomata (luglio 2017) presso l’Istituto A. De Viti De Marco. Nel 2012 scelsi questa scuola e in particolare il settore Turismo per seguire il mio interesse principale ovvero lo studio delle lingue. Mi chiesi per cui quale istitututo fosse più adeguato a me fra un Istituto Tecnico ed un Liceo Linguistico. In realtà in pochissimo tempo rivolsi la mia preferenza verso il Tecnico per la semplice ragione che questo mi avrebbe lasciato, una volta giunta al termine, non solo un diploma valido a tutti gli effetti e facilmente ‘spendibile’ nella vita reale, ma anche e soprattutto una preparazione a 360 gradi, spaziando esso nel percorso di studi (ad esempio nel caso del mio settore) dalle lingue, all’educazione artistica e alle discipline turistiche aziendali oltre alle discipline tradizionali. Il valore dell’Istituto inoltre è accresciuto, a mio parere, dagli insegnanti che ci lavorano (quasi tutti preparatissimi, per lo meno quelli che ho avuto l’onore di conoscere personalmente) fattore che durante gli anni mi ha colto piacevolmente di sorpresa è stato il fatto di riuscire a giostrare alcuni miei impegni exstrascolastici con quelli di studio; ci tengo a precisare che esso non significa che la scuola sia facile (anzi tutt’altro), ma semplicemente con la giusta forza di volontà non è una di quelle scuole che costringe gli adolescenti ad incentrare ogni ora del pomeriggio nello studio ossessionato. Almeno questo è valso per me, che nonostante abbia mantenuto tutti i miei impegni pomeridiani sono riuscita poi ad ottenere un ottimo risultato finale.
È un po’ presto per sapere cosa ha in serbo per me il lontano futuro, ma posso assicurare che con un diploma del genere in tasca si ha uno slancio in piú per iniziare a costruirlo. Per cui sí, se dovessi ancora iniziare le scuole superiori rifarei la stessa scelta.

Lavoratrice
2017

Federica Tedesco

Sono Federica tedesco, diplomata nell’anno scolastico 2016/2017, vorrei descrivere in breve la mia esperienza nell’Istituto tecnico economico “A. De Viti De Marco. Appassionata delle lingue straniere e delle materie tecniche ho preso questa scelta senza il bisogno di pensarci più volte. Ho avuto la possibilità di vivere 3 settimane da studente a Cambridge, di fare viaggi in Italia e di crescere non solo didatticamente parlando ma anche a livello culturale e di persona. Sin dal primo giorno ho avuto la fortuna di conoscere persone che mi hanno supportata; parlo dei miei insegnati, del personale Ata e dei miei compagni. Ci sono stati momenti positivi e negativi come d’altronde accade in tutte le famiglie!Dovessi associare l’I.T.E ” A. De Viti De Marco ” a qualcosa sarebbe proprio una famiglia! Un grazie di cuore per questi 5 anni, veri.

Studentessa universitaria
2016/2017

Laura Siciliano

Sono Laura Siciliano, una neodiplomata all’Istituto Tecnico Economico “A. De Viti De Marco” di Casarano. Come ho appena accennato, ho terminato il mio percorso scolastico nel luglio scorso con molto impegno e.. soddisfazione! Se potessi ritornare indietro a 5 anni fa, opterei di nuovo per questo istituto. Io credo che questa scuola sia l’unica che ti prepara su tutti i campi per affrontare la realtà. Inoltre, è uno dei pochi istituti che “apre le porte su più frontire”. È un istituto in costante crescita che garantisce un rapporto tra formazione teorica, aperta agli scambi con altre discipline, e sua applicazione alle concrete realtà economiche e produttive. I professori che mi hanno guidata nel percorso formativo mi hanno trasmesso tanto entusiasmo e amore per le materie studiate. Oggi, se dovessi scegliere nuovamente a quale istituto di secondo grado iscrivermi, sceglierei senza dubbio l’I.T.E. “A. De Viti De Marco”.

Studentessa universitaria
2017

MANUELA BRUNO

“No, io alla Ragioneria non ci vado!”, pensavo a 13 anni. Volevo frequentare il linguistico, ma il più vicino, all’epoca, era a Lecce e i miei non mi avrebbero mai permesso di andarci: troppo lontano, mi sarei dovuta svegliare troppo presto ogni mattina, poi è un liceo, non ti da un diploma…. Insomma mi ritrovai all’I.T.C. (sì, con la C) senza volerlo, quasi fosse una punizione, attenuata però dal fatto che l’I.G.E.A. prevedeva lo studio di Inglese e Francese per tutti e 5 gli anni. Anni indimenticabili, a dispetto delle nere previsioni da tredicenne, e che mi hanno dato tanto: preoccupazioni, soddisfazioni e degli insegnanti eccellenti (non tutti, ma non si può pretendere l’impossibile). Ho cambiato strada, all’Università, ma ho anche lavorato come ragioniera in più di un’occasione, e oggi, a distanza di circa 18 anni (mi sono diplomata nel 1998) so che la preparazione che ti può dare un istituto tecnico non ha niente da invidiare a quella di qualsiasi altra scuola, soprattutto se stiamo parlando del NOSTRO “A. De Viti De Marco”!

commerciante
1998

Pamela Caputo

Mi chiamo Pamela ed ho 20 anni. Sono un ex studentessa dell’ I.T.E “A. De Viti De Marco” di Casarano. Negli anni passati, ho frequentato il corso programmatori, attualmente denominato SIA (Sistemi Informativi Aziendali). Sono fiera della scelta che ho fatto ben 7 anni fa, e sono soddisfatta della formazione ricevuta. Sostengo ciò perché penso che il nostro Istituto, come la maggior parte di Istituti Tecnici, dia a noi ragazzi una formazione “differente”: ci prepara per il mondo del lavoro, ed io, come tanti altri miei compagni ne siamo la prova. Attualmente lavoro in uno studio di consulenza finanziaria e assicurativa. Ho ancora tanto da imparare.. ma, l’aver frequentato l I.T.E mi ha aiutato e mi sta aiutando molto. Spero di continuare in questo mio percorso ancora a lungo, e chissà forse un giorno diventerò anch’io una buona consulente.

Consulente
2013

Roberta Manco

Sono Roberta Manco, ho 20 anni e sono di Taurisano. Ho conseguito il diploma nell’ I.T.E “A.De Viti De Marco” di Casarano nell’anno 2013. Ho frequentato il vecchio indirizzo “Mercurio” (attualmente Servizi Informativi Aziendali). Quella di frequentare l’I.T.E di Casarano è stata una scelta consapevole e ragionata poiché fin da bambina sognavo di lavorare in campo economico o finanziario. Col senno di poi, rifarei la scelta che ho fatto poiché quest’istituto non ha mai deluso nessuna mia aspettativa. Professionalità, impegno e serietà sono tre qualità che, a mio avviso, meglio rendono l’idea della validità di questo istituto. Oltre ad un’ eccellente preparazione in campo economico, ho avuto la possibilità di partecipare a progetti e corsi, sia linguistici che informatici, riconosciuti da enti certificati, grazie anche all’indirizzo da me frequentato. L’esperienza per la quale sarò sempre riconoscente a questa scuola è stata la possibilità di trascorrere un mese a Edimburgo, in Scozia, dove ho potuto frequentare scuole inglesi e visitare i posti caratteristici di quell’affascinante Paese. Tale esperienza mi ha fatto crescere sia personalmente che culturalmente.. Dopo il diploma ho deciso di proseguire la mia carriera da studentessa e attualmente frequento il secondo anno presso la facoltà di Economia e Finanza dell’Università di Lecce con l’aspettativa di laurearmi e diventare un’ottima bancaria. Finora, le capacità e le conoscenze acquisite durante la mia permanenza nell’I.T.E mi sono state di grande aiuto nel percorso universitario da me intrapreso.

Studente presso la Facoltà di Economia - Università del Salento
2013

Francesca Lisi

Sono Francesca Lisi, ho 20 anni e sono di Ugento (LE). Mi sono diplomata all’I.T.E nel 2013. La decisione di intraprendere il corso di studi nell’ITE “A. De Viti De Marco” di Casarano è maturata già da quando ero una bambina perché ero molto affascinata dal lavoro che svolgeva mio padre e dall’entusiasmo e dalla soddisfazione che aveva per il suo lavoro. Documentandomi adeguatamente a riguardo, rivolgendogli una serie di domande e avendo l’opportunità di condividere la sua esperienza, ho maturato l’idea di seguire la sua stessa formazione perché mi sono appassionata agli studi economici. Oggi, dopo 5 anni di permanenza in questa scuola e un anno e mezzo di studi universitari che conduco presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, mi rendo conto che la scuola da me scelta ha risposto e continua a rispondere alle mie aspettative sia ai fini della mia formazione personale sia ai fini dei miei progetti riguardanti il futuro relativamente all’ingresso nel mondo del lavoro, che mi auguro non essere molto lontano. I professori che mi hanno guidata nel percorso formativo in questo ordine di scuola oltre ad avermi dato, con grande professionalità, l’opportunità di acquisire abilità, competenze e contenuti culturali mi hanno trasmesso tanto entusiasmo e amore per le materie studiate e inoltre, mi hanno preparata ad affrontare molteplici problemi relativi al mondo del lavoro. Continuo a fruire dell’alta valenza di questa scuola nel percorso di studi universitari che, grazie ai prerequisiti di cui sono in possesso mi risultano più agevoli.

Studente presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano - Facoltà di Economia
2013

Alessandra Saracino

Sono Alessandra, ho 20 anni e sono di Ruffano (LE). La mia formazione scolastica è avvenuta presso l’istituto I.T.E. di Casarano, scegliendo come indirizzo di studio il “vecchio” mercurio e diplomandomi nell’anno 2012-2013. Nel momento della scelta dell’istituto, scelsi l’I.T.E. perché rispecchiava me e quelle che erano le mie aspettative e passioni: una formazione in grado di farmi crescere! Di fatto, la mia è stata una scelta giusta, in quando questo istituto offre molte possibilità agli studenti! La mia esperienza più bella vissuta grazie a questa scuola è stata la partecipazione al “Treno della Memoria”: è stata una delle esperienze più significative e toccanti della mia vita e, per questo, ringrazio non solo il Preside per aver contribuito al progetto, ma anche i professori che si applicano con tenacia affinchè molti studenti abbiamo la possibilità di poter scoprire quella realtà! Attualmente, per motivi di studio, vivo ad Urbino, un piccolo paese nelle Marche. Continuando il mio percorso da studentessa, ho scelto il corso di studi in “Economia Aziendale”.

Studente presso l'Università di Urbino - Facoltà di Economia
2013

Elena Cristina Dinu

Mi chiamo Dinu Elena Cristina, ho 21 anni e mi sono diplomata nell’anno scolastico 2012-2013 presso I.T.E. De Viti De Marco di Casarano. Ora frequento il secondo anno della Facoltà di Economia e Finanza presso Unisalento, Lecce. Presso l’Istituto tecnico ho seguito il percorso mercurio (attuale Sistemi Informativi Aziendali) dove mi sono trovata benissimo. Le materie e gli argomenti affrontati presso l’Istituto superiore mi sono state d’aiuto nel test d’ingresso, nell’affrontare gli esami e sicuramente lo saranno anche per un futuro lavoro.

Studente presso la Facoltà di Economia - Università del Salento
2013

Salvatore Gnoni

Sono Salvatore Gnoni, diplomato all’ ITE “De Viti De Marco” di Casarano e attualmente studente all’Università Commerciale Luigi Bocconi. Sin da sempre affascinato dal mondo dell’economia e delle imprese e consapevole delle opportunità e della preparazione che tale diploma mi avrebbe permesso di avere, quando arrivò il momento della scelta della scuola che avrei dovuto frequentare per 5 anni non ho avuto dubbi: il De Viti De Marco era l’istituto che faceva per me. Ho frequentato quello che allora era l’indirizzo Mercurio, sostituito dall’attuale SIA, che dava fondamentale importanza all’informatica, rivelandosi poi la scelta giusta, visto il ruolo che la materia riveste nel mondo attuale. Se dovessi ritornare indietro rifarei la stessa scelta perché l’ ITE crea un contatto diretto con la realtà offrendo opportunità di esperienze sul campo attraverso stage e visite aziendali. Inoltre tutte le materie studiate, tra le quali economia aziendale e diritto, sono direttamente applicabili a situazioni reali: ciò permette un più facile approccio al mondo del lavoro. Devo ancora un grazie all’Istituto per avermi offerto la possibilità di frequentare corsi e sostenere esami per conseguire certificazioni in ambito linguistico e informatico, riconosciute anche da istituzioni superiori, nonché per avermi permesso di fare esperienze all’estero attraverso la realizzazione di particolari progetti. A rendere indimenticabile il percorso affrontato hanno poi contribuito i professori. Grazie a professionalità ed impegno hanno reso facile ed interessante l’apprendimento di tutti i concetti, anche quelli più astrusi. La mia attuale ambizione è quella di conseguire la laurea e diventare un manager di successo e l’ ITE “De Viti De Marco” grazie alle esperienze e le conoscenze che mi ha fornito sta contribuendo alla realizzazione di questo sogno.

Studente presso l'Commerciale Luigi Bocconi
2013

Chiara Pizzolante

Mi chiamo Chiara Pizzolante e ho concluso il mio bellissimo percorso di studi presso (all’epoca) ITC nel 2012, diplomandomi come ragioniere perito programmatore (attuale SIA: Sistemi Informativi Aziendali). Oggi a distanza di tre anni lavoro come venditrice in un’azienda specializzata nel settore termo-idraulico e del riscaldamento che è sita nel mio Paese. Ho volutamente pubblicato una foto di quegli anni, perché sono stati fondamentali per la mia vita. Liberamente e con fermezza ho scelto subito questa scuola perché certa di potermi dare molteplici possibilità in ambito lavorativo: e oggi posso confermarlo. Ho incontrato persone prima che Docenti, capaci di formare uomini e domare i loro alunni. Compagni fantastici, rivelatosi in questi anni dei veri Amici su cui contare. Per il mio futuro, mi auguro di poter continuare ad esercitare in modo fiero il mio lavoro, perché mi reputo veramente molto fortunata! Grazie di tutto ITC!

Venditrice
2012

Salvatore Serra

Anni fantastici. Il mitico corso F, indisciplinato e brillante, una classe con poco affiatamento tra gli studenti, tutti, però, con straordinarie capacità e originalità. Non si dormiva la notte terrorizzati da un compito in classe del domani del prof. Viva che aveva reso fondamentale la materia della stenografia. O il terrore per le interrogazioni della prof.ssa Barbareschi di chimica, alla quale si chiedeva “pietà” di considerarsi una prof del commerciale e non allo scientifico. E poi: – il colto e severo Montonato di Italiano; – il sempre pensieroso e affaticato Malorgio di biologia che ci insegnò davvero il metodo di studio (e la fatica); – il duro buono, il compianto prof. Licci di cui non abbiamo capito mai la differenza di pronuncia tra “bought” e “boat”, il prof. dell’1 meno meno e che quando prendevi 4 era un successo (e la promozione); – il mitico prof. Parata, la matematica fatta persona, il “pensiero matematico” che per primo ad un commerciale sfatò la legenda che un ragioniere sa di conto ma non di matematica; – il dolce (anche lui compianto) prof. Scozzi di Francese. Gli rubarono all’inizio dell’anno la 500 bianca e fu un pretesto per fargli raccontare per un anno intero la disgrazia a scapito delle lezioni. Un “maestro” di vecchio stampo che ci insegnò bene la grammatica francese. Come dimenticare la negazione francese chiamata da lui “gli occhiali del papa” per indicare il “ne” prima del verbo e il “pas” dopo il verbo? – come dimenticare la prof.ssa giovane e comprensiva di computisteria Sforza? – Mudoni. Che dire. Un monumento. Unico caso di “presa degli appunti” con tanto di penna di riserva a portata di mano. Diceva: “prima ascoltate e poi scrivete”. Se lo facevi una volta ti trovavi arretrato di una cinquantina di fogli di quaderno di appunti. Era quello della cannuccia della bic che si svuotava a vista. Austero e preciso, un giusto mix di conservatorismo e progressismo. Tutti noi pensavamo che facesse lezione per autocompiacersi della propria preparazione. Il Sapegno era insufficiente per commentare la Divina Commedia. Grazie a lui, prendere appunti all’Università e concentrarsi a lezione è stato un gioco; – Rega di francese. Un amicone dei ragazzi. Lunatico, si (non si capiva se con lui si andava bene o male fino alla fine dell’anno – alternava interrogazioni micidiali a “condoni” di riparazione)…ma davvero un pozzo di saggezza e comprensione. La “formule de politesse final” della fattura in francese….mitica!!! – Paolilli. prof. distratto e credulone. Un casino, una bolgia le sue lezioni. C’è chi dice che non sapesse insegnare. Forse, di certo era un laureato da poco che conosceva benissimo la sua materia. Forse noi studenti lo abbiamo bistrattato, ma vi assicuro che la tecnica bancaria alla fine ci è rimasta addosso. Bravo e divertente! – Don Librando, che spettacolo di originalità. Talmente originale che raccontandoci di avere avuto tra i suoi alunni gente che poi si era estremizzata e ribellata al sistema, che finimmo tutti o quasi a non fare l’ora di religione. Brava persona!!! E poi tanti altri prof. che in un corso limite come quello F, sono comparsi per poco tempo, per supplenze o sostituzioni. Ma un ricordo speciale lo meritano due professori in particolare, che ricordo per ultimi, ma che sono il riassunto della mia esperienza delle medie superiori. Il prof. Buttazzo di diritto ed economia e il prof. Marzo di Ragioneria. – Buttazzo, un prof. prossimo al pensionamento con una storia personale di solitudine e amarezze. Tutti noi abbiamo approfittato della sua ingenuità per “andare bene”. Eppure è rimasto dentro a tutti noi per la sua tenerezza. Vittima dell’ipocrisia dei nostri tempi, che ti emargina e ti allontana quando non sei nel target. Eppure forse era il più preparato dei nostri prof. Aveva la colpa di essere impreparato a questa società che non gli aveva fatto incontrare nemmeno la compagna della vita. Del prof. Buttazzo ne abbiamo approfittato tutti. Ai tempi del commerciale abbiamo pensato di aver strappato un buon voto senza studiare. Sarà…ma quel suo discorrere la lezione in completa solitudine, me lo sono ricordato all’università quando le parole del buon Buttazzo mi riecheggiavano nella mente quando leggevo con affanno le migliaia di pagine dei vari diritti. Scomparso in solitudine, oggi, forse, lo ricordano in tanti e questo allevierà i tanti torti e le freddezze subite anche da parte dei suoi colleghi. – Marzo. Mitico prof rampante del socialismo rampante di quei tempi. Devo tutto a lui. Mi piaceva la sua padronanza della materia, la capacità di insegnare, l’originalità, la sua brillantezza. Il preside Giuri lo pedinava e lo incalzava per la sua indisciplina ad orari, prassi e metodi didattici. Vi assicuro che alla fine dell’anno la ragioneria era una materia che sapevamo tutti. Ricordo ancora le sue metafore usate per spiegare alcuni concetti ragioneristici. Con affetto, davvero con affetto ringrazio il prof. Marzo per quello che mi ha dato. La mitica Ragioneria, indimenticabile. 5 anni passati, purtroppo, troppo velocemente.

n.d
1988

Giuseppe M.

Diplomato nel 2002…vedere questo sito mi ha fatto venire la nostalgia della mia scuola. In quegli anni grandissima è stata la Prof. Provenzano E. di diritto…preparata e capace nel duro compito di insegnare, una come poche. L’istituto è stato il top nel formarmi e preparami… Complimentissimi per il sito e la pagina facebook. Viva il nostro Istituto

Guardia di Finanza
2002

M. M.

Mi sono diplomato qualche mese fa e già da settembre sento la mancanza della mia vecchia scuola. Quell’istituto che, oltre a preparami da un punto di vista scolastico e professionale, è stato fucina di nuove amicizie. Non dimenticherò mai tutto il tempo passato in quella tanto odiata, ma ora tanto amata scuola! Qui ho instaurato i più bei rapporti di amicizia, che durano ancora oggi. Contro la mia volontà, sono stato costretto ad intraprendere gli studi in questa scuola, nonostante io volessi iscrivermi ad un altro istituto. Nonostante ciò, ho amato fin dal primo momento le materie studiate in quella scuola. La passione trasmessami dai docenti di diritto, ha incentivato in me la scelta di proseguire gli studi nell’ambito giuridico. Oltre a questo campo, molti insegnanti mi hanno trasmesso la passione nei confronti di altre discipline. Non smetterò mai di ringraziare le mie professoresse di Letteratura e di Storia, che mi hanno insegnato ad amare queste discipline. Oggi, se dovessi scegliere nuovamente a quale istituto di secondo grado iscrivermi, sceglierei senza dubbio l’I.T.E. “A. De Viti De Marco”.

Studente presso la Facoltà di Giurisprudenza - Università del Salento
2012

Maria Assunta Giannotta

La mia opinione sull’istituto sarà influenzata dalla mia esperienza personale, nel senso che riflette i miei anni vissuti in quella scuola con i pregi e i difetti che ne possono derivare. Scelsi di iscrivermi in maniera del tutto spontanea perché consapevole dell’importanza di un’istruzione appropriata ed evoluta, sia in termini di metodo che di aggiornamento delle materie tecniche, economiche e giuridiche La ragioneria era ed è un percorso di studi eccezionale; studiare matematica, informatica, ragioneria o economia aziendale, tecnica bancaria ti apre la mente dando le basi per seguire una logica, rendendoti capace di formulare un giudizio personale e prendere una posizione. Ho dei ricordi bellissimi dei miei 5 anni e la consiglio a chiunque volesse intraprendere una formazione ottimale e seria che permette numerosi sbocchi lavorativi. Un punto di forza dell’Istituto? I docenti: professionisti seri, appassionati, ligi al dovere, pieni di carica con la voglia di insegnare nel sangue. Senza favoritismi, la professoressa Eugenia Petracca insieme al professore Ferdinando Sticchi sono stati per me i migliori insegnanti che io abbia avuto. Ricordo ancora il sorriso e il buon umore della professoressa all’entrata di scuola; il volto felice di un’insegnante dedita e soddisfatta del suo lavoro. Insegnare a diventare adulti, ad essere cittadini e appropriarsi di un bagaglio culturale è il miglior successo per un allenatore. Concludo ringraziando tutti coloro che fanno parte di questo meraviglioso istituto che insieme alla famiglia è “scuola di vita”.

Studentessa presso la facoltà di Economia e finanza all’Università del Salento
2009

Eleonora Toma

Che bei ricordi la mia scuola. Ricordo ancora il primo giorno di scuola il 13 settembre 2004 com’ero vestita, i miei compagni,la mia aula. Ricordo il giorno in cui decisi di iscrivermi e il perchè di iscrivermi e le litigate a casa perché i miei volevano che prendessi uno scientifico! Però sono orgogliosa del mio percorso e del mio ultimo anno ! La VAM una classe composta da 14 donne forti e intraprendenti! E come non dimenticarsi dei nostri prof dalla Moretto al prof Merenda,e dal prof Barone al prof Manni (che per 5 anni mi ha dovuta sopportare ) Un saluto a tutti i miei compagni e prof!

Studentessa universitaria
2009

Alessia Passaseo

Rifarei mille volte la scelta di questa scuola e ancora oggi, al termine dei miei studi universitari, se potessi ritornerei indietro per ripercorrere tutto dall’inizio. Credo che sia uno degli istituti che meglio riempie il nostro bagaglio culturale; è incredibile vedere quante cose si imparano.E poi ciò che ho vissuto in quei cinque anni non potrei mai dimenticarlo: dalle lezioni tra i banchi di scuola alle chiacchierate con i compagni,dal viaggio in Romania al rapporto con i prof. Una bella esperienza di vita!

Studentessa
2005

D.R

Se ci penso, non mi sembra vero che son passati 12 anni dal mio diploma (Luglio 1996). E chi se li scorda quei 5 anni di studio, divertimento e amicizie. Il mitico preside ITALO GIURI che usciva fuori a strillare quando non volevamo entrare (x le varie riforme)!Le mitiche occupazioni! I fantastici professori: Filieri, De Simone, Stefanizzi, Olivares, Corradino ecc… Ci volevano veramente bene e non abbiamo mai mancato di rispetto a nessuno di loro (come succede spesso ora)! Grazie I.T.C.

11 anni come Ragioniera e da 1 anno in mobilità
1996

Antonio De Vito

Innanzitutto, prima di iniziare a descrivere brevemente la mia esperienza, vorrei fare i complimenti a tutti per la realizzazione di questo sito (Personale Docente, Amministrativi, Collaboratori e, non ultimo gli stessi studenti) grazie al quale poter mantiene vivo nella mente il ricordo di questa fantastica scuola! La mia esperienza è relativamente recente, anno di maturità 2006 classe 5°B programmatori, probabilmente alcuni dei miei docenti ancora sono in servizio e, sicuramente, stanno ancora svolgendo al meglio, come del resto hanno fatto con me, il loro “mandato”. Eh già cari ragazzi, perchè il loro più che un lavoro è veramente un mandato.. Sebbene ognuno di noi abbia avuto o meno un rapporto apparentemente conflittuale con i docenti, in fondo fidatevi che sono i nostri migliori compagni di viaggio! Le persone che, quotidianamente, ci vedono crescere e ci guidano verso la maturità, quelle che ci spronano, ci incitano a fare di più e, soprattutto, ci insegnano a stare in piedi in questa vita…Sono proprio loro i docenti! Ed un giorno, probabilmente, anche voi sentire il bisogno, proprio come me, di ringraziarli per tutto quello che vi hanno dato, senza chiedere nulla in cambio, e per come sono stati. Per il resto che dire, la mia esperienza è stata molto positiva, ricordo un ottimo rapporto con molti miei compagni, con alcuni docenti conservo ancora un bellissimo rapporto e, non ultimo, credo che la preparazione che mi è stata impartita è risultata più che eccellente per le scelte successive! Dopo la maturità mi sono laureato in economia presso l’Università di Lecce, ed ora sono all’ultimo anno di Laurea Specialistica, sempre in economia, presso l’Università Bocconi di Milano. Il consiglio che mi sento di darvi, e mi auguro non pensiate che sia retorica, è quello di studiare tanto, fatelo per voi che rappresentate il futuro e che, senza ombra di dubbio, MERITATE IL MEGLIO! Buona vita a tutti!

Studente universitario
2006

Danilo Maggio

Ho frequentato il De Viti De Marco fino al 1981, anno del diploma (caspita, sono passati trent’anni)! Primo anno a San Domenico, poi alla nuova sede. Oggi li ricordo come un tempo meraviglioso, in cui era facile “innamorarsi di quella del primo banco” (Venditti) oppure decidere alle 8 se etrare in classe o scioperare per … boh, chi lo sa! Comunque, abbiamo studuato! ricordo insegnanti molto bravi e socievoli come quella di inglese, brava e … bella donna. Con meno affetto ricordo il marito, quello di francese, bravo anch’egli, ma meno (molto meno) simpatico. Erano gli anni del glorioso preside Causio, molto rigoroso e poco permissivo, ma anche pronto a consigliarti come un padre. Oggi, dopo trent’anni, devo dire che lo studio e il diploma mi sono serviti moltissimo, anche se non ho mai svolto la professione di ragioniere. Il mio consiglio ai ragazzi che oggi frequentano l’istituto? Studiate, non perchè ve lo dicono i vostri genitori, non perchè dovrete necessariamente svolgere questa professione. NO, studiate per voi stessi, per la vostra cultura e per il vostro sapere; tutto il resto verrà da solo. In bocca al lupo. P.s. Un’altra cosa: mi raccomando, studiate bene, benissimo le lingue. Oggi mi pento di non aver appreso l’inglese come la mia insegnante (quella brava e bella) avrebbe voluto. Chissà, forse ero troppo impegnato ad ammirarla, piuttosto che ascoltarla.

Agente di Commercio
1981

Massimo Primiceri

Ho frequentato l’Istituto nella fine degli anni ’70 e con grande emozione – credetemi – mi state dando la possibilità di ricordare e testimoniare il trasloco nell’attuale sede di viale Ferrari dall’edificio scolastico di piazza San Domenico. Ricordo che il mio primo anno fu nella succursale del palazzo comunale (si saliva al piano superiore dalla scala secondaria – entrando nel chiostro, a sinistra – dove attualmente ci sono gli uffici comunali). Dopo alcuni giorni di scuola del mio secondo anno (ottobre 1976), in una giornata di pioggia (wow.. ricordo anche questo ancora…) ci trasferimmo nell’attuale sede di viale Ferrari. Bellissimo: niente succursali…. edificio nuovisssssimo…. tutto nostro! Un’ultima informazione che riguarda una mia particolare coincidenza: all’ultimo anno ero il nr. 17 nel registro di classe; aula nr. 17; esami orali fatti venerdì 17 luglio 1981. Tranquilli: tutto OK… mi ha portato bene!!! Vi saluto con un augurio ed un invito: fate del vostro meglio nello studio ed abbiate cura della nostra scuola.

Impiegato comunale
1981

Lucia Trono

Sono passati un po’ di anni, esco dal “vecchio indirizzo Amministrativo” il classico… ho studiato tanto e instaurato un ottimo rapporto con i miei professori e maestri di vita! Alcuni li vedo ancora e insieme “ridiamo del passato” e ci lamentiamo dell’attuale situazione e del possibile futuro. Ho continuato a studiare, dopo il diploma nel 1998, e ho scelto Economia e Commercio, ho conseguito una laurea e dopo 6 anni di gavetta (sono tanti!!!) mal pagati, un’abilitazione professionale conseguita…ora forse inizio a trovare un po’ di serenità lavorativa (attenzione…serenità si, ma da precaria…. Voglio ringraziare i miei docenti, quelli in servizio dal 1993 al 1998!!! Mi hanno dato tanto e i loro insegnamenti e parole ancora sono con me… vivono ogni giorno sulla mia scrivania! Con stima.

Impiegata amministrativa in un centro di ricerca e consulente nella P.A.
1998
Sei un ex studente / docente dell'I.T.E "A. De Viti De Marco" di Casarano?
Lascia anche tu una testimonianza, compila il form sottostante !

Campi Richiesti

Qual'è il tuo nome e cognome ?
Qual'è il tuo indirizzo e-mail ?
Qual'è attualmente la tua occupazione ?
In quale anno ti sei diplomato/a ?
Dove ti trovi ora ?
Racconta la tua esperienza!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi